Nella notte, in laguna a Venezia, scontro tra un taxi e un barchino. Il bilancio è di tre ragazzi feriti di cui due gravi: un taxi, infatti, ha tagliato in due una piccola imbarcazione in cui si trovavano tre persone. L’incidente, stando alle prime indiscrezioni, si è registrato nel canale delle Navi tra l’isola di San Servolo e quella della Certosa. Si indaga sulla dinamica dei fatti anche se, dai primi accertamenti, emergerebbe che il barchino non abbia rispettato la precedenza e così sarebbe stato travolto da un taxi che stava passando proprio in quell’istante.

Venezia, due feriti in gravi condizioni

Un terribile incidente che ha richiesto l’intervento immediato di polizia, carabinieri, vigili del fuoco e 118. Secondo alcuni testimoni oculari, i ragazzi a bordo del barchino avrebbero navigato senza luci. Il taxi, dunque, non si sarebbe accorto del loro passaggio.

I feriti, tutti originari di Venezia, sono finiti in acqua: il primo, di 24 anni, ha riportato un forte trauma toracico mentre un 21enne ha la frattura di un femore oltre ad un trauma cranico. La terza passeggera, una 19enne che si trovava sul barchino con i due ragazzi, è stata medicata e poi dimessa. E’ fuori pericolo. I due feriti più gravi, ricoverati d’urgenza in ospedale, sono attualmente in prognosi riservata.

Il conducente del taxi si è ferito lievemente mentre il barchino è andato totalmente distrutto: i testimoni raccontano di un fortissimo impatto che ha fatto cadere in acqua i passeggeri a bordo della piccola imbarcazione. Nelle prossime ore verranno recuperati i resti dello scafo per far luce sull’accaduto.