A Ventimiglia questa mattina sono stati sgomberati numerosi migranti. L’operazione è stata effettuata alle prime luci dell’alba nella tendopoli organizzata da alcuni attivisti sia italiani che francesi appartenenti all’associazione No Border e ha riguardato circa un centinaio di immigrati che si trovavano accampati lì da circa tre mesi.

L’operazione è stata effettuata a Ventimiglia da poliziotti e carabinieri senza che si siano registrati particolari episodi di resistenza alle forze dell’ordine. Un gruppo di circa 50 migranti e attivisti, soprattutto francesi, si sono però ancora rifugiati sugli scogli della città al confine con la Francia.

Lo sgombero di Ventimiglia non arriva a sorpresa. Già sabato scorso l’assessore alla Legalità Sonia Viale aveva annunciato che per la giornata di oggi sarebbe stato previsto il voto all’interno del consiglio regionale per effettuare l’operazione.

Un provvedimento che Sonia Viale spiegava dicendo che: “La situazione è diventata intollerabile. Non soltanto questi signori sono in una situazione di continua illegalità, ma ieri siamo arrivati al punto che hanno bloccato per un’ora la frontiera con la Francia. La frontiera di uno Stato sovrano. E le forze di polizia non hanno potuto fare altro che fermare le automobili in arrivo e consigliare di passare la frontiera in un altro punto”.

L’operazione di sgombero ha riguardato circa un centinaio di migranti che si sono accampati sugli scogli di Ponte San Ludovico. A Ventimiglia sono presenti nel centro della Croce Rossa anche altre centinaia di immigrati che vorrebbero entrare sul suolo della Francia, ma sono stati bloccati dalle autorità d’Oltralpe.

Il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano ha parlato dello sgombero dichiarando che: “Era una misura chiesta da tempo anche dalla popolazione. Finalmente la magistratura ha deciso il sequestro dell’area. Ventimiglia è accogliente e solidale e lo ha dimostrato in tutti questi mesi, da giugno a oggi, chi vuole può essere accolto nel centro della Croce Rossa, ma non era accettabile che a questa disponibilità si rispondesse occupando un’area della città, creando disagio ai cittadini per una manifestazione fine a se stessa”.

Non è tardato ad arrivare anche il commento di Matteo Salvini. Il leader della Lega Nord ha scritto su Twitter: “Sgomberati dopo mesi gli immigrati e i centri sociali accampati sugli scogli a Ventimiglia. Meglio tardi che mai. Ora aspettiamo espulsioni”.