Una modella italiana aveva messo all’asta la sua verginità così da potersi pagare gli studi: una notizia che aveva attirato l’attenzione dei media italiani e stranieri che, però, ieri è stata smentita dal Corriere della Sera. Il quotidiano milanese, infatti, è riuscito ad intervistare la diretta interessata. “È iniziata come una provocazione ma ho capito quanto fossi dentro questa storia quando è arrivata l’offerta da un milione di euro e l’agenzia mi ha chiesto di consultare un economista per scegliere come essere pagata” ha dichiarato. In altre parole: era solo uno scherzo, la modella non voleva “vendere” il suo corpo ma capire fino a che punto gli uomini fossero disposti ad offrire per passare qualche ora con lei.

La modella, però, aveva organizzato tutto alla perfezione: tempo fa, infatti, aveva contattato diverse agenzie straniere che le avevano chiesto il certificato del ginecologo. Lei lo ha mandato e alla fine ha scelto la “Elite Models Vip”. Dopo poco tempo le prime offerte: la più clamorosa è quella da un milione e sei, cifra che un uomo sarebbe disposto a spendere per stare con lei. “Non ho mai pensato di farlo sul serio. Credevo di potermi fermare in qualunque momento, senza problemi ma adesso è diventato un incubo. L’agenzia continua a chiamarmi, mi chiede dove voglio che venga accreditato il bonifico” ha spiegato al Corriere.

E infine: “Ho fatto una cosa stupida di cui sono profondamente pentita e, se potessi tornare indietro, non la rifarei”.