Il segretario di Stato americano John Kerry incontra a palazzo Chigi il premier Enrico Letta per discutere diversi temi: dal Medio Oriente (Kerry nel pomeriggio sempre a Roma vedrà il premier israeliano Netanyahu), alla Siria, dalla Libia all’Iran, affrontando anche il complesso dossier ‘datagate’.

A riguardo, inevitabile la delicata questione delle intercettazioni italiane dopo le rivelazioni di Le Monde: “L’Italia non ha mai concesso agli Usa di intercettare cittadini italiani”, ha confermato l’ex premier Massimo D’Alema. Copasir e Garante della privacy hanno chiesto che “il governo accerti, con tutti gli strumenti utili, se la raccolta, l’utilizzo e la conservazione di informazioni relative alle comunicazioni telefoniche e telematiche abbia coinvolto anche i cittadini italiani“.

Nelle stesse ore in cui il capo della diplomazia statunitense sarà a Roma, il Comitato parlamentare di controllo sui servizi, si riunirà per ascoltare la posizione del sottosegretario con delega alla Sicurezza, Marco Minniti.