Un uomo è stato freddato sulla soglia di casa a Vicenza: l’assassino pare abbia sparato 4 colpi di pistola a bruciapelo alla vittima quando questo ha aperto la porta non dandogli il tempo nemmeno di capire cosa stesse accadendo. La morte è giunta immediatamente per Mauro Pretto, 39 anni di Zoncedo in provincia di Vicenza, che viveva in un casa colonica isolata in contrada Gazza sui colli Berici.

Il corpo morto è stato trovato da una conoscente che ha allertato il 118 pensando che l’uomo avesse avuto un malore sulla soglia di casa. Nessun testimone oculare e nessuno che abbia sentito il rumore dei quattro spari, sebbene la casa più vicina si trovi a un centinaio di metri.

I Carabinieri con i sanitari intervenuti sul luogo dell’assassinio hanno subito capito che Mauro Pretto era stato ucciso e per il momento non escludono alcuna ipotesi: dalla pista passionale al tentativo di rapina, anche se sembra che nulla sia stato toccato nell’appartamento della vittima.

L’uomo, che collaborava con il fratello in un’attività a Brendola (Vicenza), non avrebbe condotto vita sociale ma in paese molti lo ricordano come una brava persona riservata. Venerdì aveva passato alcune ore in un bar a commentare il Giro d’Italia e poi è rientrato in casa nel buio della sera e forse lì ha trovato il suo assassino.