Si chiamava Victor Barrio il torero di 29 anni colpito a morte da una incornata di Lorenzo, un toro dal peso di oltre 500 chili che lo ha infilzato durante una corrida che si stava tenendo ieri pomeriggio a Teruel, in Spagna.

Victor Barrio è stato infilzato da una incornata che gli ha reciso l’aorta. Nonostante gli immediati soccorsi, per lui non c’è stato nulla da fare. La corrida era trasmessa in diretta tv.

Il premier Mariano Rajoy ha porto le sue condoglianze dal profilo Twitter. Era dal 1985 che non si verificava una tragedia del geenre. l’ultimo torero a morire durante una corrida fu José El Yiyo Cubero di 21 anni.

Nel 192 a morire furono due banderilleros, Manolo Montoliu, 38 anni, e Ramon Soto Vargas, 39. Lo scorso anno fu gravemente ferito a un fianco il celebre torero Francisco Rivera Paquirri, figlio di un torero morto 31 anni prima nel corso di una corrida.

La tragedia ha rinvigorito le polemiche intorno alla corrida. Per le associazioni animaliste uno spettacolo orribile e da bandire senza se e senza ma (come fatto dalla Catalogna, che nel 2012 ha bandito sia corride che le ferias, feste con i tori in strada), per il turismo una occasione di business. Nel 2014 il giro d’affari legati agli spettacoli legati ai tori è stato di 3,5 miliardi di euro.