Ormai la notizia è ufficiale: Victoria’s Secret arriva in Italia. E ovviamente il primo store sarà nella città della moda. Sono già cominciate le selezioni per decidere chi saranno gli store manager ed i sales assistant – cioè i commessi – che dovranno vendere i prodotti del noto marchio americano. La prima boutique dovrebbe aprire i battenti nel 2015.

Questo marchio popolare soprattutto tra i maschietti ha più di mille punti vendita tra Stati Uniti e Canada, mentre la sua penetrazione sul Vecchio Continente è molto limitata: finora c’erano solo dieci store e tutti nel Regno Unito. E così chi in Italia voleva acquistare un completino sexy doveva per forza ricorrere o al sito internet oppure accedere agli aeroporti di Roma, Milano o Bologna.

L’arrivo nel nostro paese di Victoria’s Secret è dovuto allo sforzo imprenditoriale del gruppo Percassi che ha realizzato una joint venture con il marchio americano. Il gruppo italiano è già piuttosto attivo in questo settore, oltre ai suoi marchi beauty Kiko Milano e Madina, ha portato Zara sul mercato italiano ed ha sviluppato a livello locale la vendita al dettaglio di marchi come Gucci, Ferrari e Swatch – la società è stata fondata nel 1976 da Antonio Percassi, che attualmente ricopre anche il ruolo di presidente della società di calcio Atalanta.

Negli store di Victoria’s Secret i clienti possono acquistare profumi, prodotti per il corpo, piccola pelletteria, accessori da viaggio, oltre naturalmente ad una selezione di lingerie. In questi giorni si è parlato sui mass media di Victoria’s Secret perché un suo competitor del settore - Lane Bryant – ha lanciato una provocatoria campagna – #ImNoAngel – in cui ha contrapposto alle supermodelle del marchio americano delle modelle curvy ma comunque molto sensusali – come Ashley Graham. E’ anche un modo per lottare contro gli stereotipi della moda, che vuole delle donne senza un filo di grasso.