Un vigile urbano di Misterbianco, nel Catanese, parte con la moglie per una vacanza ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi. Nel bagaglio, però, mette per sbaglio la canna della pistola: l’uomo, infatti, è solito smontare a pezzi l’arma d’ordinanza nascondendone una parte anche in un calzino. Nel corso dei controlli all’aeroporto di Abu Dhabi, infatti, è emerso che, avvolta in un calzino all’interno di un paio di scarpe, si nascondeva la canna di una pistola. Immediata l’accusa di terrorismo che ha causato il fermo del vigile urbano.

Il vigile urbano è accusato di terrorismo

L’uomo è stato accompagnato nell’ambasciata italiana ad Abu Dhabi che sta tentando di trovare una soluzione. Il vigile urbano, che viene descritto come un uomo perbene ed onesto, ha già fatto sapere che dovrà prendere qualche altro giorno di ferie per questa incredibile disavventura. Stando alle prime ricostruzioni, potrebbe essere stata la moglie ad inserire quel calzino in valigia, non sapendo che il marito nascondesse proprio lì la sua pistola d’ordinanza.

Terrorismo, il vigile era in vacanza con la moglie

Un caso che riaccende i riflettori sul pericolo terrorismo e sui controlli sempre più rigorosi negli aeroporti di tutto il mondo, specialmente in quelli più a rischio, come appunto ad Abu Dhabi.