Sembra un film e, invece, è successo davvero. Un uomo vince 77 milioni di euro ma per due mesi si scorda di andare a ritirarli. Poi, all’improvviso, prende l’auto, si mette in viaggio verso Milano e si reca alla sede Sisal in zona corso Como, presentandosi con carta d’identità, codice fiscale e IBAN per richiedere il pagamento. 4,50 è il costo della schedina del Superenalotto che gli ha cambiato la vita e che gli ha consentito di vincere la bellezza di 77,7 milioni di euro. Cifra che il fortunato ha riscosso con notevole ritardo: forse non ne aveva bisogno?

Il fortunato incasserà, per l’esattezza, circa 73 milioni di euro: il resto andranno allo Stato, tutte tasse. “Chi ha vinto non ci ha detto che smetterà di lavorare. Anzi, aveva progetti molto semplici come un weekend fuori, una roba che se ci pensi costa nell’ordine dei 200 euro. Ma è sempre così: non si rendono mai conto” è il racconto del dipendente della Sisal di Milano che ha accolto il fortunato vincitore.

Massimo riserbo sull’identità dell’uomo che si è presentato a riscuotere la vincita dopo due mesi. “Aveva altro da fare, ha messo in primo piano il suo senso di responsabilità e il dovere quotidiano verso se stesso e la famiglia” hanno spiegato dalla Sisal. A non essere felice è solo la titolare della ricevitoria in cui è stata vinta questa importante somma: “Nemmeno una telefonata, un grazie, un mazzo di fiori. Sarebbe bello almeno un gesto di beneficenza per la comunità ha dichiarato.

Ma il ricco bottino deve ancora arrivare: verrà accreditato entro il 31 ottobre.