Il consumo mondiale di vino nel 2012 si è attestato a 245,2 milioni di ettolitri: in Europa, si è stabilizzato sui livelli del 2011, ma è fuori dai confini europei che il trend è positivo con il record di Stati Uniti (29 milioni di ettolitri), bene anche la Cina (+9%) che, adorando le griffe, anche nel vino ricerca l’idea di status symbol e lusso, Brunello di Montalcino e Barolo come Valentino e Prada. I brasiliani, amano invece sperimentare nuove etichette, mentre i russi sono disposti a spendere grosse cifre. È questo l’identikit, stilato da www.winenews.it, dei nuovi consumatori mondiali, potenziali mercati di riferimento del futuro per il vino made in Italy, di cui si parlerà a Vinitaly, la rassegna internazionale di riferimento del settore di scena a Verona dal 7 al 10 aprile (www.vinitaly.com). Al blocco di partenza la 47a edizione, Veronafiere torna ed essere l’epicentro del settore enologico con presenze istituzionali e un calendario di appuntamenti nazionali e internazionali.

Si comincia sabato 6 aprile, ore 11.00, con la conferenza stampa della seconda edizione di OperaWine, l’evento internazionale che mette in campo i cento migliori produttori d’Italia selezionati da Wine Spectator. ‘Vinitalywineclub: il vino italiano sfida i nuovi mercati’, questo il focus al centro del confronto di OperaWine 2013. All’evento parteciperà anche Giuseppe Sala, Amministratore delegato di Expo 2015 Spa.

Si prosegue domenica 7 aprile, dalle ore 11.00, con la giornata inaugurale del 47° Vinitaly. Mentre lunedì 8 aprile il Presidente della Commissione agricola dell’Unione Europea, inaugurerà Sol&Agrifood, rassegna internazionale dell’agroalimentare di qualità per la promozione dell’eccellenza olivicola e agroalimentare sul mercato nazionale e internazionale. A seguire il Presidente della Commissione europea illustrerà, in conferenza stampa, la riforma della Pac e le novità sulla vitivinicoltura. Martedì 9 aprile, per l’iniziativa Eataly at Vinitaly, saranno invece il Sindaco di Firenze e Verona i protagonisti dell’incontro su “Territori e saperi: esportare l’eccellenza italiana nel mondo”. A sollecitare il dibattito tra i due primi cittadini, Angelo Gaja e Oscar Farinetti, fondatore di Eataly.

Accanto a Vinitaly, accessibile esclusivamente ad operatori specializzati, l’iniziativa Vinitaly & the City, il nuovo fuori salone dedicato ai Wine Lover organizzato per domenica 7 aprile dalle 12 alle 23. I vini di Slow Wine e dell’Associazione Le Donne del Vino verrano serviti dai giocatori della Scaligera rugby Verona e abbinati alle creazioni dei pizzaioli veneti dell’Università della pizza. Un evento mirato ad avvicinare gli amanti del buon vino e del buon cibo, ma anche un dopo salone per gli operatori che, dopo un’intensa giornata in fiera, cercano uno spazio dinamico in cui trascorrere amichevolmente la serata. Un appuntamento enologico di alto livello e un format tutto da vivere quello di Vinitaly & the City.

Per chi ama esplorare nuovi sapori e per gli amanti del ballo, domenica sera nella Sala Buvette della Gran Guardia atmosfera tutta Argentina con “Malbec y tango”: il calore e la passione in un mix di grande sensualità che ballerini professionisti interpreteranno coinvolgendo nelle danze il pubblico. In degustazione il Malbec argentino, accompagnato da tapas ed empanadas. A cura della rivista Euposia la selezioni dei vini e di BeVi la proposta gourmet e artistica, incentrata sul musicista Miguel Acosta e sul ballerino Andrea Romez Castagna accompagnati da Caroline De Miranda e Davide Precetto. Il biglietto di ingresso è di 15 euro e dà diritto a quattro degustazioni libere fra vino, pizza e tipicità argentine.

Nella stessa settimana a Verona si svolgeranno anche una serie di eventi (l’agenda completa sul sito di Fuori Fiera) che daranno la possibilità ai visitatori di scoprire gli angoli più suggestivi della città. Quest’anno filo conduttore degli eventi in programma per il Fuori Fiera è la degustazione culturale di vini di eccellenza in luoghi unici del patrimonio UNESCO di Verona.

Domenica 7 aprile dalle 18.00 presso la Loggia del Palazzo della Prefettura in Piazza dei Signori: Cultural Tasting of Chianti – Verdi & Arena, degustazione esclusiva del Chianti, vino conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.

Lunedì 8 aprile dalle 18.00 presso la Società Letteraria di Verona, piazza Bra: Wine Master Aperitif, incontro tra gli studenti del corso di perfezionamento e aggiornamento professionale in Marketing del vino dell’Università di Verona e i produttori e gli operatori del settore a livello locale e nazionale, accompagnato da una degustazione di vini del Consorzio per la tutela dell’Asti DOCG, del Consorzio Tutela Vini d’Acqui e delle famiglie Farina, Mucci e Zecchini.

Martedì 9 aprile dalle 18.00 presso la Loggia del Mangano in Corte Sgarzarie: Tango Wine. L’Accademia Tango dell’associazione ViaSacchiUndici organizza una serata di tango argentino con degustazione di vini del Consorzio per la tutela dell’Asti DOCG, del Consorzio Tutela Vini d’Acqui e delle famiglie Farina, Mucci e Zecchini.

Martedì 9 aprile dalle 18.00 in via Quattro Spade, angolo via Mazzini: Cultura e vino dal Brasile- Miolo: un mito che arriva dal Brasile, la Feltrinelli ospita i Vini Miolo, arrivati direttamente dal Brasile.

Mercoledì 10 aprile  dalle 17.00 presso Palazzo Victoria: Allegrini Wine – Eccellenze a Verona, la band veronese RadioDub presenterà il suo nuovo disco, Sacred E.

Verranno inoltre organizzate passeggiate culturali e shopping tour a prezzi scontati e anche per singoli.