Scandalo nella Scuola primaria Alessandro Manzoni di Amorosi, in provincia di Benevento, dove questa mattina la polizia locale ha fatto eseguire l’ordinanza di sospensione dai pubblici uffici per un anno ai danni di una maestra, accusata di violenze sui bambini.

La donna avrebbe infatti elargito ai suoi allievi schiaffi, calci e colpi in testa, e inoltre li avrebbe insultati ripetutamente con epiteti quali “ciucci, cretini, stupidi, ritardati mentali”.

La squadra mobile coordinata dalla Procura di Benevento e diretta da Emanuele Fattori è riuscita a provare i numerosi maltrattamenti ai danni dei bambini a lei affidati, che avevano reso impossibile per i piccoli tornare serenamente a scuola.

Gli atti di cui si era resa protagonista la docente erano infatti lesivi dell’integrità fisica e psicologica dei bambini, come hanno riportato i genitori, dalle cui segnalazioni è partita l’inchiesta. Gli adulti infatti avevano notato il comportamento anomalo dei figli, dovuto evidentemente alla condotta della maestra.

Dopo aver ascoltato le testimonianze dei bambini la polizia ha scelto di installare delle videocamere nascoste nelle aule gestite dall’insegnante, le quali hanno catturato le immagini degli episodi di violenza di cui si era resa protagonista la donna.

Al momento la vicenda non è stata commentata dalla dirigenza dell’Istituto, che raccoglie anche gli alunni provenienti dai comuni di Melizzano, Puglianello e Faicchio.