Una storia assurda che arriva da Milano. Una donna di 51 anni avrebbe vissuto con il cadavere della madre 85enne in casa per circa due mesi e per questo è stata denunciata a piede libero per occultamento di cadavere.

Come riporta il Corriere della Sera, ad aiutare i carabinieri sono stati i vicini che non avendo più notizie dell’anziana donna da qualche mese, si sono preoccupati e ne hanno denunciato la scomparsa. La figlia della donna, secondo quanto riferito dai vicini ai Carabinieri, avrebbe qualche problema psichiatrico.

Attorno alle 12,30 di giovedì scorso, così i militari sono intervenuti al civico 1 di via Alciati, dove dall’appartamento del secondo piano però arrivava uno strano odore, cosa che ha convinto i militari a fare irruzione in casa. Una volta entrati la terribile scoperta: il cadavere della donna era in camera da letto sul pavimento, in avanzato stato di decomposizione.

Il medico legale, intervenuto non ha potuto stabilire le cause della morte ma ha collocato il decesso a circa due mesi fa, data che coinciderebbe con le testimonianze dei vicini.

La figlia della donna ha rifiutato l’identificazione e non ha fornito alcuna spiegazione né sulla morte della madre né sul motivo dell’occultamento del cadavere. La 51enne è stata così affidata ai sanitari per un trattamento sanitario obbligatorio.