Mangiare 40 grammi di cioccolata al giorno per due mesi, intervallatati da due settimane di stop: è questo il programma cui aderiranno i volontari che sceglieranno di candidarsi per far parte di un gruppo di ricerca dell’Università di Pisa. Più nel dettaglio, i volontari dovranno mangiare in continuazione (in base alle quantità già indicate) la Toscolata, ossia una cioccolata prodotta grazie utilizzando cioccolato fondente di alta qualità, arricchito con antiossidanti.

I test fanno seguito a quelli già condotti in precedenza, che hanno dato tutti ottimi risultati clinici. I quindici volontari che si stanno cercando adesso devono avere tutti un’età compresa nella fascia che va dai 35 ai 65 anni e devono essere portati di almeno tre fattori di rischio cardiovascolare indicati: ipertensione, alti livello di colesterolemia, fumo, sovrappeso, familiarità nelle malattie cardiovascolari. La fase test partirà poi dalla metà del mese di aprile e proseguirà fino alla fine di luglio. Tutti e quindici i volontari effettueranno un check-up iniziale e uno finale.

I ricercatori valuteranno i principali fattori di rischio cardiovascolare ma cercheranno anche una particolare popolazione di cellule ematiche coinvolte nel processo che porta alla riparazione dei danni causati dalla placca aterosclerotica, ossia quella in grado di provocare ictus, infarti e ischemie.

Come candidarsi

Chi volesse prendere parte alla sperimentazione della cioccolata, può inviare una richiesta scritta utilizzando i seguenti indirizzi mail: dottoressa Rossella Di Stefano, presso la cardio angiologia dell’Ospedale Cisanello (email: r.distefano@ao-pisa.toscana.it) oppure alla dottoressa Francesca Felice (email:francesca.felice77@hotmail.it) o alla dottoressa Ester Belardinelli (email:ester.belardinelli@gmail.com).