Groupama è ufficialmente il primo team ad arrivare a Cape Horn e, ovviamente, si dice fiera di essere stata la prima ad oltrepassare il capo.

‘E’ stato un grande sollievo per noi oltrepassare Capo Horn’ spiega lo skipper di Groupama Franck Cammas dopo avere passato gli ultimi 12 giorni di intensa navigazione che hanno portato l’imbarcazione da Auckland.

‘Sembra quasi che abbiamo superato i rischi maggiori – continua Cammas – soprattutto se consideriamo tutto ciò che è accaduto alle altre imbarcazioni’.

Segue le orme di Groupama anche il team PUMA Racing che, per voce dello skipper Ken Read, dichiara di essere molto fiero ed emozionato e pronto per festeggiare.

Adesso mancano ancora 2.000 miglia nautiche per raggiungere Itajaì, in Brasile, dove si concluderà la quinta tappa.

Per domani ci si aspetta anche l’arrivo del Team Telefonica che in questa tappa ha subito diversi danni all’imbarcazione.

L’altra imbarcazione molto colpita è stata quella del Team Sanya che ha registrato gravi danni al timone e che non potrà rientrare in gara fino a Miami.