Sempre più diffuso in Italia, il termine wishlist è un prestito dalla lingua inglese e può essere letteralmente tradotto con “lista dei desideri” (da “wish” = “desiderio” e “list” = “lista/elenco”).

Si tratta dunque di un elenco delle cose che desideriamo, che siano esse oggetti (es. capi di abbigliamento, profumi, bijoux, articoli di elettronica, libri, oggettistica per la casa, ecc.) o cose immateriali (es. ‘innamorarmi’). Bisogna tuttavia fare attenzione a non confondere la wishlist con la lista delle cose da fare/ degli obiettivi da raggiungere. Non siamo infatti nell’ ambito dei traguardi, bensì di ciò che desideriamo intensamente.

Sotto le feste di Natale si può quindi parlare di “Christmas wishlist”, una sorta di “letterina a Babbo Natale” per adulti, in cui racchiudere tutto ciò che più ci piace e che saremmo felici di ricevere in dono: decisamente un ottimo strumento per evitare regali inutili!

Analogo scopo possono avere le wishlist dei principali siti di vendita on line. Tutti i più importanti siti di e-commerce si sono infatti ormai dotati di questa funzionalità: un’ apposita area dedicata in cui salvare gli articoli che ci interessano e che vorremmo acquistare in un secondo momento, così da poterli ritrovare facilmente all’ interno del sito stesso e magari confrontare con articoli simili. Con l’ opzione “salva nella wishlist” o “aggiungi alla wishlist” con un solo click sarà così possibile tenere in memoria i prodotti che ci interessano/desideriamo acquistare e, talvolta, addirittura rendere pubblica la lista dei desideri creata, così che altri possano consultarla, magari in previsione di speciali ricorrenze, e scegliere tra i prodotti salvati al suo interno il regalo perfetto per ogni occasione.