Work in progress (spesso abbreviato con l’ acronimo W.I.P.) è una locuzione inglese composta dalle parole ‘work ‘ = ‘lavoro’ e ‘in progress’ = ‘in svolgimento/ in corso’. La sua traduzione letterale è dunque ‘lavori in corso’/ ‘lavoro in fase di realizzazione’. Come per molte altre espressioni, anche la locuzione work in progress costituisce un prestito della lingua inglese, oggi comunemente utilizzato sia sul web che nella vita reale, come ad esempio in campo artistico.

Quando aprite un sito internet e vi appare una schermata recante la scritta ‘work in progress’ (spesso accompagnata dalla dicitura ‘check back soon’ = ‘riprova più tardi’) significa dunque che il sito che state visitando è ancora in fase di lavorazione e quindi al momento non disponibile.

L’espressione può poi riferirsi ad una ricerca, uno studio, o ad una pubblicazione ancora in corso, in fase di realizzazione e quindi ancora suscettibile di revisioni, interventi.

Se invece stiamo parlando di un progetto artistico, la locuzione ‘work in progress’ sta ad indicare non tanto l’ incompiutezza dell’ opera, quanto un progetto lasciato intenzionalmente aperto, così da potervi apporre costantemente aggiunte e migliorie, sia per mano dell’ autore stesso, che di altri soggetti. Ci troveremo in questo caso di fronte ad un progetto dinamico, in costante mutamento, ‘in divenire’ (oggi caratteristica propria di numerosi progetti sperimentali), che andrà quindi arricchendosi in corso d’ opera, grazie ai numerosi contributi aggiuntivi.