La fotografia “Signal” di John Stanmeyer della VII Photo Agency ha vinto il World Press Photo of the Year 2013.

L’evento è considerato il premio fotogiornalistico più importante al mondo. Ogni anno una giuria internazionale si riunisce a Amsterdam per sceglie alcune delle fotografie migliori scattate nell’anno precedente.

Il premio è organizzato dalla fondazione olandese World Press Photo dal 1955 e quest’anno è stato presieduto da Santiago Lyon, statunitense, vicepresidente e direttore della fotografia per l’agenzia Associated Press.

Da tre anni esiste anche un concorso multimediale, 2013 Multimedia Contest e il presidente quest’anno è Keith W. Jenkins, che si occupa di premiare lavori e ricerche nell’ambito del giornalismo visuale e del documentario narrativo.

Nell’istantanea scattata lungo la costa di Gibuti si vedono alcuni migranti africani che alzano al cielo i loro telefoni cellullari nella speranza di catturare il segnale dalla vicina Somalia e contattare i propri cari.

Il piccolo Stato di Gibuti infatti è un punto di arrivo molto trafficato per i migranti in transito dalla Somalia, Etiopia ed Eritrea che cercano di arrivare in Europa e in Medio Oriente. L’immagine è stata realizzata per conto del “National Geographic” e ha vinto anche il primo premio nella categoria “Contemporary Issues”.

In Italia le fotografie vincitrici saranno esposte al Museo di Roma in Trastevere dal 30 aprile al 25 maggio 2014.