Le parole sono importanti esplora territori misconosciuti della lingua italiana: vocaboli importanti come sfumature che rendono i nostri dialoghi più ricercati e significativi. Quest’oggi il termine che la nostra rubrica propone è bizzarro almeno quanto il suo significato. Parliamo di

XANTOFOBIA: parola con il quale indichiamo una paura persistente, anormale e ingiustificata del colore giallo o della parola “giallo”. Per i cultori delle lingue classiche comprendere il significato di questo termine è semplicissimo poichè è un composto formato dal greco ksanthós “giallo” e phóbos, “panico, paura”.

Tutti i lessemi che indicano dei timori rispetto a qualsivoglia oggetto hanno derivazione greca.

Ad esempio:

ACLUOFOBIA: intensa ed incontrollata paura del buio;

BRONTOFOBIA: paura dei tuoni;

CINOFOBIA: paura dei cani;

ENTOMOFOBIA: paura degli insetti;

PATOFOBIA: paura delle malattie;

RUPOFOBIA: paura dello sporco e di ciò che non è igienico;

TOMOFOBIA: paura dei tagli;

TOXOFOBIA: paura di essere avvelenati;

ZOOFOBIA: paura degli animali in genere.

LEGGI ANCHE:

Il significato di “baciapile”

Che vuol dire “celodurismo”

Cosa si intende per “soccida”

Il significato di “ghiribizzo”

Cosa vuol dire “smargiasso”?

Il significato di “ginecocrazia”

Cosa si intende per “garrulo”?

Cos’è la metempsicosi?

photo credit: . SantiMB . via photopin cc