Più sicurezza: è quanto promette Xnext, la scale up innovativa italiana, che ha annunciato il completamento del progetto XSpectra, una nuova tecnologia a raggi X che rappresenta il più avanzato sistema in grado di rilevare le caratteristiche chimico-fisiche dei materiali in tempo reale e di identificare difetti per il food & pharma processing, manifattura industriale e controlli di sicurezza.

Fondata da Bruno Garavelli e Pietro Pozzi, Xnext ha sede e laboratori a Milano: per la progettazione di XSpectra sono stati necessari oltre 4 milioni di euro e 4 anni di ricerca, che hanno permesso di mettere insieme competenze scientifiche come la fotonica, la microelettronica e l’intelligenza artificiale e sviluppare un know how proprietario e brevettato.

La novità di XSpectra, che esce ora dall’ambito della ricerca con un prodotto industrializzato per essere collaudato in una prima applicazione nel settore food, sta nel fatto di poter identificare corpi estranei a bassa densità come plastiche leggere, parti organiche e mozziconi di sigaretta, pezzetti di legno, che ad oggi non sarebbe altrimenti rilevabili. In pochi millisecondi XSpectra analizza il prodotto e ne decreta la conformità o meno agli standard di qualità richiesti. “L’applicazione alimentare è stata la prima ad essere portata a compimento in quanto la sicurezza in questo campo è fondamentale: la presenza di corpi estranei negli alimenti trasformati può essere dannosa per la salute”, spiega Bruno Garavelli, CEO di Xnext. L’intento di questa tecnologia è dunque rivoluzionare i controlli di qualità effettuati in tempo reale in linea di produzione e portare – sugli scaffali dei supermercati, nelle mense scolastiche e aziendali – prodotti con controlli e certificazioni ancora più accurati.

Nel frattempo, l’azienda continua a lavorare per applicare la tecnologia XSpectra in altri settori come quello farmaceutico, del riciclo e dell’automotive, “sempre per rilevare la presenza di difetti nei prodotti quando sono ancora sulla linea di produzione”, aggiunge Pietro Pozzi, CTO di Xnext.

Una tecnologia che ha conquistato anche Endeavor Italia, l’organizzazione non-profit che seleziona imprenditori di grande valore per aiutarli a sviluppare il loro business durante la fase di espansione: lo scorso anno Garavelli e Pozzi sono stati accolti nel network, per ricevere supporto e accesso privilegiato a mercati globali, programmi di sviluppo del talento e al capitale. “XSpectra propone una soluzione concreta per migliorare la salute e la sicurezza di tutti i giorni”, sottolinea Raffaele Mauro, managing director di Endeavor Italia. “Xnext è una scale up ambiziosa, che punta entro il 2020 a diventare player mondiale nel mercato dei controlli a raggi X in linea: come Endeavor siamo pronti a sostenere questa realtà italiana a livello nazionale e internazionale”.