Sono tre le vittime dell’incidente che ha coinvolto uno yacht in fiamme questa mattina intorno alle 6 a Loano, in provincia di Savona.

Quattro le persone a bordo dell’imbarcazione, ma solo una donna di 51 anni di nazionalità tedesca è riuscita a salvarsi gettandosi in acqua:portata in ospedale a Pietra Ligura, si troverebbe in stato di shock ma non in pericolo di vita.

Confermato invece il decesso delle altre tre persone, sempre tedesche, che erano state date inizialmente per disperse: il terzetto era rimasto bloccato nella cabina di prua a causa delle fiamme, e sono stati inutili i tentativi dei soccorritori di estrarli, persino cercando di tagliare lo scafo. Da quanto si è appreso le tre vittime sarebbero la sorella della donna sopravvissuta e i loro compagni

Le operazioni dei vigili del fuoco per spegnere le fiamme sono ancora in corso a causa della notevole intensità del rogo, che ha richiesto la presenza di un’autobotte e di un carro autoprotettori per la riserva d’aria.

In questo momento non sono ancora stati recuperati i cadaveri dei tre tedeschi che viaggiavano a bordo dello yacht Maiora di 22 metri, battezzato Southern Comfort e battente bandiera tedesca, che era ormeggiato nel porto di Marina di Loano da circa un anno.