E’ una storia agghiacciante, quella di Yanis; una storia che viene dal nord della Francia dove – domenica sera – un bambino di appena cinque anni è stato ucciso perché aveva fatto la pipì a letto. A toglierli la vita sarebbero stati la madre ed il patrigno nel corso di una punizione che consisteva nel correre al buio per alcuni chilometri, all’aperto, col freddo, vicino ad un fiume, indossando soltanto mutandine e calzini. Il piccolo sarebbe prima caduto due volte e poi sarebbe scomparso nel nulla, in una zona isolata, dove è stato ritrovato ormai privo di vita dai vigili del fuoco. Per lui non c’era più niente da fare. Yanis è deceduto.

Yanis è stato punito dalla madre e dal patrigno

Ora la madre Emilie, di 23 anni, ed il patrigno, di 30, sono accusati di omicidio volontario: interrogati dal magistrato, hanno fornito elementi utili alle indagini. Bisognerà chiarire il perché i due abbiano punito in questo modo così brutale un bambino di appena cinque anni, reo di aver fatto la pipì a letto. Tra l’altro la madre ed il patrigno non erano mai stati segnalati ai servizi sociali né avevano precedenti penali.

Yanis, stando all’autopsia effettuata sul suo corpicino, sarebbe morto per un trauma cranico: aveva persino lividi sul volto oltre ad un naso rotto.