1 milione e mezzo sono le visualizzazioni e quasi 18.000 sono gli iscritti che la pagina ufficiale di Andrea Bocelli ha raccolto sul suo canale di YouTube e ogni giorno questo numero aumenta, rendendo Andrea Bocelli l’artista italiano più seguito del sito. Sembra un vero periodo d’oro per il cantante che in America sta raccogliendo sempre più consensi.

Attualmente 2 dischi di Bocelli sono presenti nella Billboard 200 statunistense degli album più venduti, in sesta posizione con “One night in Central Park” (in classifica da quattro settimane) e in sedicesima con “My Christmas” (in classifica addirittura da 25 settimane).

In America molti sono le riviste che parlano di lui e il Washington Times gli ha dedicato uno speciale dal titolo “Andrea Bocelli: The people’s tenor”, “Andrea Bocelli: il tenore del popolo” dove vengono messe in risalto non solo le sue doti vocali, a volte criticate e considerate lontane dai livelli dei grandi tenori, e la sua capacità espressiva.

L’articolo lo descrive come “un fenomeno musicale” che grazie “alla sua luce, alla sua voce lirica e al suo talento innato” ha reso il pubblico entusiasta e interessato “sia alla bellezza dell’opera”  che le emozioni che possono scaturire dalle canzoni classiche. Il nostro tenore viene definito che uno strumento in grado di attirare un pubblico verso un genere musicale che non è così facilmente ascoltato. Insomma grande ammirazione da parte degli americani.

Intanto in Italia, non mancano i consensi, il concerto “One Night in Central Park” trasmesso su RaiDue il 14 dicembre scorso, ha riunito 2.650.000 telespettatori, tradotto in uno share del 9.76%. Se volete, potete riguardarvi il concerto sul sito internet Rai dedicato.