Brutto scivolone per Zara. L’azienda d’abbigliamento e accessori spagnola è stata vittima di una vera e propria caduta di stile, se bene non voluta, per via di un’ambigua stampa riportata su una maglietta della linea neonato dai 3 mesi ai 3 anni.

Maglia a righe – non verticali – con una stella gialla dalla parte del cuore.  E il web è insorto.  Messa in vendita nei negozi online di tutto il mondo, la maglietta è stata presa di mira perché la stella era troppo simile a quella utilizzata dai cittadini di religione ebraica durante l’Olocausto.

Una ferita sempre aperta nonché un argomento sempre molto delicato da trattare, ma Zara si è subito difesa, con tanto di dovute scuse ed il ritiro del capo da tutti i negozi.  “Siamo realmente dispiaciuti. Era ispirata alle stelle degli sceriffi dei classici film Western e non è più nei nostri negozi” ha dichiarato l’azienda sull’account ufficiale di Twitter.

Ma a quanto pare non è la prima volta che l’azienda viene presa di mira per un suo prodotto, perché qualche anno fa la stessa ha dovuto ritirare dai negozi anche una borsa con stampa floreale perché spuntava anche una svastica verde. Un altro campanello che dovrebbe far capire ai desginer del marchio di fare più attenzione…

LEGGI ANCHE:

Sfruttamento operai cinesi: trovato messaggio di aiuto nei pantaloni di Primark

photo credit: Dmitry Valberg via photopin cc