In Cina, tra le tante pietanze che a noi fanno storcere il naso, c’è anche la zuppa di pinne di pescacane.

Questo piatto è davvero molto diffuso in Cina, tanto che il solo Paese asiatico consuma più del 95% delle pinne di pescecane che vengono consumate nel resto del mondo.

Ciò che spaventa è la quantità di squali che ogni anno viene uccisa solo per le pinne.

Stiamo parlando di circa 100 milioni di esemplari.

Questa mattanza prolungata ha portato 44 specie di squali ad essere a rischio di estinzione.

Ecco perché l’Amministrazione degli Uffici Governativi del Consiglio di Stato di Pechino ha deciso che, entro i prossimi tre anni, questa zuppa di pinne di pescecane debba essere bandita dai banchetti ufficiali cinesi, nel frattempo, sin da subito, deve essere tolta dai menu dei ristoranti.

C’è da dire che, oltre alla questione animalista, molti iniziano ad essere i dubbi sulle proprietà benefiche di queste pinne che ad oggi risulterebbero contenere un alto tasso di metalli pesanti che, come sappiano, sono dannosi alla salute.

Insomma, se pensavate di partire per la Cina per gustarvi una zuppa di pinne di pescecane, potete anche starvene a casa.