Tradizionalmente noto come ultima parola del dizionario italiano, il termine zuzzurellone (con le sue varianti zuzzerellone, zuzzerullone e zuzzurullone) definisce in maniera scherzosa un ragazzo o adulto a cui, nonostante l’ età, piace ancora giocare e comportarsi come un bambino, dedicandosi agli spassi e ai giochi. Si tratta di una voce onomatopeica, il cui stesso suono rimanda immediatamente ai lazzi e alle risa, spesso utilizzata nel linguaggio familiare per redarguire in maniera affettuosa chi continua a comportarsi in maniera infantile e spensierata nonostante sia ormai entrato nell’ età adulta.

Sinonimi di zuzzurellone possono quindi essere considerati i termini: bambinone, buontempone, burlone, mattacchione, macchietta, compagnone, bel tipo, personaggio, stupidone, giocherellone, buffone, allegrone, trastullone. Contrari sono invece: serioso, musone, brontolone e le espressioni ‘persona seria’, ‘persona matura’.

Nonostante il lungo primato di ‘ultima parola del dizionario’, negli ultimi anni zuzzurellone è stato scalzato da parole quali ‘zwingliano’, ‘zygion’ e l’ onomatopeico ‘zzz’, che, a seconda dei contesti, può indicare il ronzio di un insetto, il rumore di una sega, oppure il sibilo di chi dorme.

‘Abaco zuzzurellone’ è inoltre il nome di un noto gioco di parole in cui i partecipanti si sfidano ad indovinare il lemma pensato da uno dei giocatori (chiamato “organizzatore”).