Ha 19 anni Gabrielle Gibson, una ragazza che è stata cacciata da un negozio poiché portava dei pantaloncini troppo corti. Queste le sue parole in una denuncia postata sul suo profilo Facebook:

Sono stata letteralmente umiliata e cacciata dal Belleair Mall di Mobile a causa di quello che indossavo. Sono stata sbattuta fuori perché degli uomini troppo cresciuti non riuscivano a controllarsi: la guardia giurata ha detto che tutti stavano guardando il mio lato B e che questo era un problema per il centro commerciale.

Una giornata di shopping che si è trasformata in un incubo per Gabrielle: tutto è cominciato quando è stata ripresa prima dal vigilantes e poi dal direttore della boutique. A distrarre i clienti non sarebbero stati gli indumenti in sé bensì le sue forme contenute a malapena nei jeans. Avrebbe dovuto vestirsi in maniera più sobria secondo i titolari del negozio senza mettere in mostra le sue forme. Lei, invece, a testa alta ha replicato alle accuse che le sono state mosse.

Secondo la giovane, tra l’altro, altre ragazze in quel momento indossavano pantaloncini corti anche perché faceva molto caldo. Quando ha provato a ribellarsi, i responsabili del negozio hanno minacciato di chiamare la polizia:

Non voglio che ciò accada più a nessun’altra.