Una ragazzina di Genova ha subito abusi dalla madre e dal patrigno per anni, la prima volta aveva appena 11 anni. Una volta diventata maggiorenne è stata stuprata anche dal padre. Tutti e tre ora sono in stato di fermo, i primi due sono accusati di violenza sessuale su minore mentre il padre di violenza sessuale. Tutto è avvenuto per molti anni ma solo lo scorso Aprile la ragazza, italiana di 20 anni, ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai Carabinieri e si è aperto il caso.

La ragazza ha raccontato ai carabinieri di essere stata violentata da quando aveva 11 anni dal patrigno e dalla mamma, entrambi italiani. Poi, qualche anno fa, si è trasferita a vivere con il padre naturale e la nuova compagna e dopo pochi mesi è stata stuprata dall’uomo che l’ha generata. I fatti si sono svolti tra il Tigullio e il Levante ligure.

L’indagine è stata coordinata dal pubblico ministero Gabriella Dotto dopo una prima segnalazione avvenuta grazie a un’insegnante della giovane che ha raccontato le violenze che aveva subito la studentessa. La donna ha così deciso di accompagnare la ragazza in ospedale dove i medici hanno confermato gli abusi. A questo punto sono intervenuti i Carabinieri e la giovane è immediatamente stata trasferita in una struttura protetta.