Due persone sono state accoltellate a bordo del Frecciarossa, partito da Torino e diretto a Roma, una donna è grave: preso l’aggressore, un dipendente del servizio di pulizie del treno. L’uomo è stato bloccato dalla Polizia Ferroviaria nella stazione sotterranea di Bologna, grazie anche alla collaborazione di alcuni viaggiatori.

Tra i feriti c’è una donna, che lavora per l’azienda che gestisce la ristorazione nei treni ad Altà Velocità di Trenitialia, di 41 anni che è stata portata via in ambulanza intubata, è ora in prognosi riservata anche se pare che sia in gravi condizioni. L’altro ferito pare che sia un uomo, un passeggero del Frecciarossa che pare sarebbe intervenuto nel momento dell’aggressione, probabilmente per dividere i due e per difendere la donna.

L’indagine è stata affidata alla polizia ferroviaria e la prima ipotesi sull’aggressione pare sia a sfondo sentimentale, si ipotizza che l’aggressore conoscesse la donna o avesse avuto con lei una relazione.

Secondo le prime indiscrezioni sia l’aggressore che i ferirti sarebbero tutti cittadini italiani, l’aggressione è avvenuta introno alle 10.30 quando il treno si trovava tra Reggio Emilia e Bologna. Il Treno è stato fermato a bologna per consentire le operazioni di soccorso, i I passeggeri a bordo sono stati trasferiti su altri convogli e il Frecciarossa, una volta concluse le operazioni, è stato portato verso il deposito.