Kofi Annan, l’ex segretario generale dell’Onu, è morto in Svizzera a 80 anni dopo una breve malattia. È stato il primo e finora unico segretario africano nero dell’ONU dal 1997 al 2006, nel 2001 aveva ricevuto il Nobel per la Pace. Originario del Ghana si era laureato al Macalester College di St. Paul in Minnesota, Kofi Atta Annan perfezionò gli studi in economia all’Institut Universitaire des Hautes Etudes di Ginevra e in management al prestigioso Massachusetts Institute of Technology.

Il suo curricolo lo vede alle Nazioni Unite dal 1962, tutta la carriera del diplomatico del Ghana si è svolta all’interno della burocrazia dell’Onu. Nel 1993, gli venne affidato l’incarico di responsabile delle missioni di pace. Poi dal 1997 è stato segretario generale per due mandati. Sotto la sua reggenza nel 2003 venne dato il via libera dopo un aspro dibattito all’intervento in Iraq. Lo stesso Annan lo ha ricordato come uno dei punti più bassi della sua carriera.

L’annuncio della morte arriva dalla famiglia attraverso un post su Twitter

“E’ con immenso dolore che la famiglia Annan e la sua Fondazione annunciano che Kofi Annan, è morto in pace sabato 18 agosto dopo una breve malattia”.

L’Onu lo ha ricordato in un post in tutti i social riconducibili all’ente scrivendo: “Siamo in lutto per aver perso una grande persona”.