Daisy Osakue, 22 anni, è stata aggredita nei pressi della sua casa di Moncalieri (To) e rischia di non partecipare agli Europei di Atletica a Berlino. Daisy, nata a Torino da genitori nigeriani, è primatista italiana Under 23 di lancio del disco, e gareggia per la nazionale anche nel lancio del peso. L’Azzurra è stata colpita in pieno volto da un uovo lanciato da un’auto in corsa nella notte che le ha procurato una lesione alla cornea. Così la carriera della giovane atleta potrebbe avere una battuta d’arresto: è a rischio la sua partecipazione agli europei di Berlino che si terranno dal 6 al 12 agosto.

Quanto alla vicenda che l’ha vista vittima di violenza, l’atleta a La Stampa dà la sua spiegazione dei fatti: “Credo che non cercassero me, ma più in generale una ragazza di colore. In quella zona ci sono molte prostitute di origine africana, probabilmente volevano colpire una di loro per fare una bravata”.

Gli aggressori sono ricercati dai Carabinieri, secondo cui l’azione non è riconducibile a motivi razziali e intanto la foto del suo volto tumefatto è diventata virale nei social. Tra i primi a dare la notizia dell’aggressione della giovane azzurra, dal suo profilo Facebook, il direttore del Tg di La7 Enrico Mentana che l’ha commentata scrivendo:

Salvini, Di Maio, ma come si fa a dire che non c’è un aumento allarmante di episodi di intolleranza nei confronti dei neri in questo paese? Non è che perché i partiti di opposizione stanno lì imbambolati a decidere cosa fare sul presidente della Rai potete pensare che dorma anche l’informazione. Gli episodi si accumulano. Stanotte un’atleta della nazionale italiana di atletica (ve lo sottolineo perché siete sovranisti), Daisy Osakue, di origine sudafricana, è stata aggredita a Moncalieri mentre rincasava da un gruppo di giovani. L’hanno colpita in piena faccia. È a rischio la sua partecipazione agli europei di Berlino. Cosa erano, sostenitori di altre nazionali? Anche se si sta al mare non si può nascondere la testa sotto la sabbia.

Daisy Osakue tifiamo per te.