Pasqua in compagnia di Andy Warhol per la città di Napoli, che domani, 18 aprile, inaugura la grande mostra a lui dedicata al Pan, il Palazzo delle Arti di via dei Mille.

180 opere le opere esposte lungo lo speciale percorso intitolato “Vetrine” e curato da Achille Bonito Oliva: un’esposizione incentrata sul periodo in cui, chiamato da Lucio Amelio, mecenate, collezionista e gallerista di Piazza dei Martiri 58, Andy Warhol lavorò a Napoli.

Tra le opere esposte, i ritratti di molti personaggi noti alla città, come Graziella Lonardi Buontempo, Ernesto Esposito, Peppino di Bernardo, Salvatore Pica e Joseph Beuys (suo grande amico, in quel periodo residente in Italia). Immancabili, naturalmente, le serigrafie di Marilyn Monroe, Campbell’s Soup, Camoufflage, Golden Shoes ed il gigantesco “Headline work” che ritrae la prima pagina del Mattino del 23 novembre 1960, col titolo “Fate presto”, in merito alle drammatiche conseguenze del terremoto in Irpinia. E’sempre in ricordo del terremoto che nel 1985 Lucio Amelio volle organizzare la mostra al Museo Capodimonte, dove  Warhol presentò la famosa serie di 18 serigrafie dal titolo Vesuvius, ricavate partendo da un’immagine ottocentesca, in cui protagonista è l’eruzione del Vesuvio visto in diversi momenti della giornata.

Alla serie Ladies and Gentlemen del 1975, anche detta “Drag Queen Paintings”, realizzata grazie all’uso della polaroid, saranno affiancati in mostra i disegni realizzati da Warhol a partire dalle fotografie del tedesco Wilhelm von Gloede, di cui Amelio acquistò l’archivio, e le 22 vedute di Napoli della serie Napoliroid.

In occasione della Pasqua, per i primi tre giorni (18, 19, 20 aprile) l’ingresso alle sale sarà gratuito per tutti i visitatori, mentre per Pasquetta (lunedì 21 aprile) si applicherà, alle ore 11 e alle 16, la formula in programma per i weekend, che include la possibilità di accedere ai “turni fissi singoli”, ossia tour guidati anche per persone esterne ai gruppi di visitatori (purché se ne formi uno di almeno dieci partecipanti), al prezzo di 5 euro. L’iniziativa si ripeterà anche nei successivi sabato (alle ore 11, 15 e 17.30) e domenica (ore 11).