“Le ho parlato poco fa al telefono, è felice e sollevata. Ha detto che ora è finalmente libera di vivere la sua vita, di godersi quella libertà che per troppi anni non ha avuto. Noi non abbiamo mai avuto dubbi sulla sua innocenza, la conosciamo bene e sappiamo che non può averlo fatto”, queste le parole di chi ha potuto sentire Annamaria Franzoni, la mamma di Cogne condannata per l’omicidio del figlio Samuele che, assediata dai giornalisti, in questi giorni non è uscita di casa, così come racconta il Corriere.it.

Ma ci sono anche i vicini di casa che hanno stima nei confronti della Franzoni. Uno di questi, Antonio, vive davanti alla nuova casa dei Franzoni:

Era tranquilla, aspettava questa notizia con impazienza. La conosco da sempre, faceva da babysitter ai miei figli e glieli affiderei ancora. Ho festeggiato le nozze d’argento nell’agriturismo dei Franzoni e Annamaria ci ha fatto la torta. Per lo Stato resta colpevole ma lei vuole dimostrare di non esserlo. Ripete che è innocente.

Tanti, troppi i giornalisti nel paese in cui vivono i Franzoni. “Vuole essere lasciata in pace, dimenticata” dicono alcuni passanti, come riportato dal Corriere.it. Intanto lei ribadisce la sua innocenza: è libera e ha scontato la sua pena. Non sarebbe stata lei a uccidere il piccolo Samuele il 30 gennaio 2002.