I Carabinieri hanno arrestato il presunto autore dell’omicidio di Emma Grilli, la donna 85enne uccisa a coltellate in casa Chiaravalle in provincia di Ancona lo scorso 17 luglio. A finire in manette è il vicino di casa della vittima, un uomo di 57 anni probabilmente affetto da ludopatia. A scoprire il delitto era stato il marito 90enne della vittima, al ritorno da un giro in bicicletta per comprare il pane. La donna anziana al momento del ritrovamento era riversa sul lavandino della cucina, con profonde ferite alla gola, collo e torace e l’abitazione era stata messa a soqquadro.

Questi segni avevano fatto subito supporre che Emma aveva tentato di difendersi dal suo assassino che però conosceva. Infatti non era stato rilevato nessun segno di effrazione della porta di casa, un appartamento al terzo piano in una palazzina vicina al centro storico di Chiaravalle.Gli investigatori, dopo le analisi del Ris sul luogo del delitto e una serie di serrati interrogatori, sono arrivati ad individuare il colpevole in un vicino di casa di 57 anni.

L’uomo prima di lasciare la casa aveva rovistato nei cassetti per cercare del denaro in contante che l’anziana, secondo quanto raccontano alcuni parenti, aveva n casa per dei lavori da fare nella cappella cimiteriale di famiglia.