Obbligatoria da diversi anni una particolare etichetta per la corretta informazione del consumatore.

I mobili in legno possono essere tramandati di generazione in generazione e sono la soluzione d’arredo più ecologica per ottenere un basso impatto ambientale senza rinunciare al comfort e allo stile. Ma oggi devono avere la certificazione di qualità, che ne attesti la categoria, la tipologia e i materiali impiegati. A difesa del consumatore.

Già da diversi anni è stata emessa dal Ministero delle Attività Produttive una circolare che rende obbligatoria una particolare etichetta per tutti i prodotti in legno e del settore legno-arredo, allo scopo di fornire al consumatore maggiori informazioni sui prodotti in legno acquistati. Ripetiamo, sempre a difesa del consumatore.

Tutti i mobili, i complementi di arredo e qualsiasi altro oggetto o manufatto realizzato con l’impiego del legno, anche sgabelli, tavoli e consolle che servono ad arredare una zona giorno informale e spiritosa , dovranno essere accompagnati da una scheda informativa, predisposta dal produttore o dall’importatore, fornita dal distributore e, da quest’ultimo, esposta e resa disponibile all’acquirente.

Nella scheda da consegnare all’acquirente ”al momento della conclusione del contratto di vendita, ovvero al momento della consegna del bene”, vanno illustrati, con riferimento alla singola categoria di prodotto, la tipologia e i materiali impiegati per la struttura e per i rivestimenti, anche qualora vengano utilizzate materie simili al legno, oltre alle istruzioni per la manutenzione e la pulizia nel caso si ritengano opportune o necessarie.

La certificazione di qualità UNI EN ISO 9001 – UNI EN ISO 14001 attesta il completo rispetto dell’ambiente in ogni fase del processo di produzione. Con la scheda-prodotto al consumatore verrà fornito anche il nome e la ragione sociale o il marchio e la sede del produttore o dell’importatore. I contenuti della scheda dovranno essere conformi alle definizioni commerciali in uso e risultare immediatamente comprensibili da chi legge. Da ultimo, la scheda informativa potrà contenere indicazioni circa lo smaltimento del prodotto in legno, una volta esaurito il suo ciclo di vita.