Ha dell’incredibile quanto scoperto dalla Procura della Repubblica di Catania che ha affidato questo filone d’indagine al gruppo specializzato sui reati della pubblica amministrazione. Il Presidente dell’Associazione Siciliana Antiestorsione, Salvo Campo, è indagato per estorsione continuata realizzata nei confronti di alcune vittime di fatti di criminalità organizzata che avevano richiesto accesso allo specifico fondo di solidarietà statale. È stato posto ai domiciliari dalla Guardia di Finanza di Catania, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Gip, anche per falso ideologico e peculato.

Disposto poi il sequestro preventivo di circa 37mila euro, somma pari ai fondi pubblici erogati dalla Regione Siciliana a favore dell’Associazione antiracket A.SI.A. e di cui l’arrestato si sarebbe illecitamente appropriato utilizzandoli per fini esclusivamente personali.

Sembra un film e, invece, è realtà.