Succede in Belgio dove il fumettista italiano Mauro Padovani, residente a Gand, è stato aggredito insieme al marito, Tom Freeman, da alcuni vicini di casa che in passato avrebbero già avuto atteggiamenti omofobi aggressivi. Sono loro stessi a pubblicare su Facebook le foto che mostrano tagli, lividi e volti insanguinati a seguito di un pestaggio a colpi anche di spranga. “Picchiati perché gay. Io e Tom siamo stati assaliti, è stato brutale” hanno scritto.

La polizia belga ha già fermato i due vicini di casa: ad aggredirli sarebbe stata per prima la donna alla quale poi si è unito il marito con tanto di sputi, insulti fino alle botte. I due sono stati trasportati in ospedale con profondi tagli e a Freeman sono state riscontrate anche due vertebre schiacciate. Ma non era la prima volta: numerose le denunce alla polizia al punto che la vicina di casa aveva già colpito in passato Thomas.

“Abbiamo paura di uscire sulla nostra terrazza perché dal piano di sopra possono lanciare qualcosa” ha raccontato Padovani che ha riferito di sentirsi abbandonato dalla polizia. “Non può essere che qualcosa di simile accada in una città meravigliosa come Gand. Il Belgio è gay friendly. Abbiamo avuto la possibilità di sposarci qui. Amo Gand, ma ora non mi sento più al sicuro”, ha concluso.