Non ha dubbi Beppe Grillo che, impegnato nel suo spettacolo “Insomnia”, ha affrontato il tema, delicatissimo, della Tav:

È ancora una stella che fa luce, ma è morta perché la mobilità sta cambiando. Qui a Torino avete inventato di tutto, anche l’alta velocità e non lo capite. Gli industriali, che dovrebbero dirci loro come ci muoveremo fra 20 anni, continuano a voler fare buchi nella roccia, svegliatevi. I grandi progetti sono altri.

E ancora:

Andate in Svizzera, in Spagna, a Dubai e vedere. Qui si parla solo di spostare merci, ma di che merci parliamo, girano ormai solo più container vuoti.

Parla così Beppe Grillo della Torino-Lione al Teatro Colosseo di Torino:

La Svizzera ha fatto il Gottardo e poi ha comprato mille bus all’idrogeno. Le cose bisogna volerle vedere, e voi non le volete vedere, voi che siete una città di geni. Bisogna che ci mettiamo tutti insieme, artisti, ingegneri, architetti, cittadini e decidiamo quali sono i progetti veri di cui abbiamo bisogno.

Immancabili le proteste dei No Vax che hanno esposto alcuni cartelli come “Grillo e Burioni firmano il patto dei cialtroni”. I contestatori sono stati tenuti fuori dal teatro. A parte qualche momento di tensione, tutto si è svolto nella massima tranquillità.