Beppe Grillo annuncia di volere scendere nuovamente in campo per salvare l’Italia dai nuovi barbari: un post molto duro pubblicato sul suo blog, ma a stretto giro è arrivata anche la risposta di Matteo Salvini. Il comico e anima del Movimento 5 Stelle scrive:

Mi eleverò per salvare l’Italia dai nuovi barbari, non si può lasciare il paese in mano a della gente del genere solo perché crede che senza di loro non sopravviveremmo. Un complesso di Edipo in avvitamento che è soltanto un’illusione. Lasciamoci quindi alle spalle Psiconani, Ballerine e Ministri Propaganda a galleggiare come orridi conglomerati di plastica nei mari: per loro quella è vita, una gran vita, per noi soltanto sporcizia non biodegradabile. Il mondo politico europeo ha un “punto fisso rispetto alle stelle”: il M5S è biodegradabile, e ci contano così tanto che non resta da fare altro: deluderli.La vita scorre per cicli: prima eri uno che tentava di tenere duro con Salvini e adesso, solo perché lui è nel pieno del suo ciclo di vuoto intamarrimento tu devi morire? Io non vorrei che la gente abbia confuso la biodegradabilita’ con l’essere dei kamikaze

Luigi Di Maio, su Facebook, accoglie positivamente la proposta di Grillo e scrive: “Beppe è con noi ed è sempre stato con noi! Il vero cambiamento è il taglio dei parlamentari. Le vere elezioni si fanno con 345 poltrone in meno. Serve cambiare. E subito!”.

Il vice ministro dell’Interno e leader della Lega Matteo Salvini, parlando con i giornalisti al suo arrivo a Isola Capo Rizzuto, risponde immediatamente a Grillo dicendo: “Tamarro? Cosa rispondi a uno che ti definisce così. Non vedo una grande contestazione politica. Oggi ho ricevuto attacchi da Grillo e da Richard Gere. Me ne farò una ragione. Io rispondo agli italiani non a Grillo e Gere”

Roberto Fico, presidente della Camera, intanto interviene dal suo profilo per parlare della crisi di Governo: ”I presidenti di Camera e Senato convocano le Camere. Nessun altro.  La programmazione dei lavori dell’aula si stabilisce all’interno di una riunione chiamata conferenza dei capigruppo e in nessun altro luogo. Il Presidente della Repubblica è il solo che può sciogliere le Camere e convocare le elezioni anticipate, nessun altro”.