Milano si prepara sotto la pioggia alla manifestazione della Lega per le europee tra striscioni dei supporter e quelli di chi contesta il partito di Matteo Salvini che su Facebook scrive ai suoi militanti di “Prendete l’ombrello e, se nevica, i doposci”. Il leader della lega è convito che la manifestazione di oggi “farà la storia”.

L’organizzazione attende circa 100mila persone in piazza Duomo per ascoltare i comizi dei sovranisti italiani e stranieri, da Marine Le Pen a Geert Wilders, dai tedeschi di Alternative für Deutschland agli austriaci di Fpo, i partiti euroscettici hanno raccolto l’invito del segretario della Lega “a lasciarsi alle spalle l’Europa della Merkel, di Soros e dei fondamentalisti islamici”. Chiuderà la manifestazione proprio l’intervento di Matteo Salvini.

Milano è pronta ad accogliere l’evento ma non tutti sono d’accordo con i temi trattati, sono molte le contro-manifestazioni organizzate in città e anche il sindaco Beppe Sala si scaglia contro Salvini:  “Spazio a tutti per fare manifestazioni ma poi quello che io dico a questi sovranisti è che si possono prendere l’Italia, l’Europa, il mondo ma non Milano. Anche perché Milano ha già dovuto sopportare e veder nascere qualcosa che è nato sul ‘me ne frego’, posto che questi stanno facendo di questa frase una loro bandiera. Credo che Milano resisterà”. Il sindaco Sala, appena atterrato a New York, si dice attento e preoccupato per le varie manifestazione organizzate in città.