Silvio Berlusconi, intervistato dal quotidiano La Stampa, critica pesantemente l’operato del governo formato da Lega e M5S sopratutto per quanto riguarda la manovra economica e i provvedimenti che riguardano la libertà e i diritti dei cittadini. Il leader di Forza Italia parla pubblicamente anche Matteo Salvini, suo alleato nell’area di centro destra e nel governo di molte amministrazioni locali, invitandolo “a non continuare su questa strada: sarebbe considerato corresponsabile, anche dai suoi, di tutto il male che questo governo sta facendo”.

Quello che meno convince Berlusconi sull’operato del governo giallo-verde è la politica economica: ”I Cinque stelle hanno imposto tutte le loro ricette economiche. Il governo ha preso con l’Europa l’impegno ad aumentare l’Iva. Questa decisione si tradurrà in aggravi annuali per 500 euro a famiglia. Farà calare i consumi e produrrà nuova disoccupazione. In Giappone un aumento contenuto dell’Iva ha prodotto il calo di diversi punti del Pil”.

Berlusconi è al centro della polemica tra Di Maio e Salvini già da ieri, quando il Ministro dell’Interno ha confermato di aver avuto una telefonata con l’alleato di Forza Italia. Dal Movimento 5 Stelle è partita la polemica “La Lega è con noi o con Berlusconi?” e il leader del carroccio ha risposto:“Berlusconi l’ho sentito per fargli gli auguri di buona salute, spero che Di Maio non polemizzi anche quando qualcuno augura in bocca al lupo a uno che è ricoverato in ospedale, perché altrimenti saremmo veramente all’asilo Mariuccia. (…) Do la mia parola e la mia parola vale. Lealtà e concretezza sono valori che non si comprano al mercato e questo spero valga per tutti”.

Per il prossimo governo Berlusconi indica già un nome che potrebbe ricoprire il ruolo di Presidente del Consiglio, Mario Draghi che “ha svolto un ottimo lavoro, potrebbe fare altrettanto in Italia”.