È un Berlusconi senza peli sulla lingua quello che ieri è intervenuto a Pomeriggio Cinque. Ha persino ammesso che gli italiani, in questi anni, lo hanno abbandonato, preferendolo di fatto ad altri leader politici, ad altri partiti:

Quando c’è da votare quanti votano Berlusconi? 5-6 italiani su 100, una cosa fuori dal mondo, gli italiani sono quasi tutti fuori di testa. Si guardino nello specchio. Hanno affidato l’azienda Italia a chi non la conosce, non ha lavorato o studiato, come Di Maio e gli altri al vertice.

Il leader di Forza Italia, ospite di Barbara d’Urso, ha poi attaccato il vicepremier e Ministro del Lavoro Luigi Di Maio:

Facciamo un paragone tra me e Di Maio: io mi sono laureato con lode, ho creato da zero un’azienda con 55mila collaboratori, ho guidato il Paese per quasi 10 anni senza mai mettere le mani nelle tasche degli italiani. Dall’altra parte c’è il signor Di Maio, e che cosa ha fatto lui? Niente. E gli diamo in mano l’Italia? Siete tutti pazzi, gli italiani sono usciti di testa, siamo un popolo di matti!

E non è finita qui: Berlusconi non condivide affatto la linea di questo Governo M5s-Lega e ha paura per la tenuta del nostro Paese. Queste le sue parole:

Il governo è una macedonia impazzita. Diventiamo più poveri, la Borsa ha perso 200 miliardi, la disoccupazione giovanile è il doppio degli altri Paesi europei, mettono in campo proposte che non servono a niente come il Reddito di cittadinanza, bloccano le infrastrutture e solo con la Tav si bloccano 50mila posti di lavoro… E li votiamo ancora, anche in Abruzzo li hanno votati… Italiani siete fuori di testa. E il signor Silvio Berlusconi a 82 anni deve essere ancora in campo per mettere un freno alla pazzia dei propri concittadini.