Poteva finire in tragedia la storia di una bimba di 3 anni scivolata in un pozzo profondo 7 metri. Immediato l’intervento della madre che, senza pensarci un attimo, si è gettata per salvarla senza, però, riuscire a risalire: a quel punto le due sono rimaste bloccate nell’acqua gelida fino a quando un uomo, Luca Noli, è stato chiamato dal nonno della piccola. “Non ci ho pensato un attimo, mi sono tolto le scarpe e mi sono calato” ha raccontato il passante-eroe che ha messo in salvo mamma e figlia.

Una vicenda che ha un lieto fine e che è accaduta a San Quirico d’Orcia, in provincia di Siena. L’uomo, infatti, si è calato per sette metri usando una cinghia del suo camion: così è riuscito a tirare fuori dal pozzo prima la bimba e poi la madre senza attendere l’arrivo dei vigili del fuoco. “Il momento più bello è stato quando l’ho sentita piangere, lì ho capito che era cosciente” ha detto l’uomo. La bimba di 3 anni, infatti, è sotto shock e per questo motivo è stata ricoverata all’ospedale di Siena in lieve stato di ipotermia. Non è grave né in pericolo di vita. La Procura di Siena, intanto, sta cercando di fare chiarezza sull’accaduto: vuole capire perché quel pozzo fosse rimasto aperto.