Aveva 5 anni la bambina morta soffocata da un panino col würstel. La piccola si trovava coi genitori al centro commerciale “Porte di Roma”: aveva terminato di fare gli acquisti di Natale, di comprare i regalini e aveva chiesto di poter mangiare un panino. Questo, però, è stato fatale. Una tragedia che risale allo scorso lunedì ma che è stata resa nota solo adesso visto che giovedì i medici del Gemelli si sono dovuti arrendere dopo aver tentato di salvare la piccola in tutti i modi, come racconta il Corriere.it.

Troppi i danni neurologici riportati dalla bimba dopo quegli istanti drammatici durante i quali non ha respirato: ora resta da capire l’esatta dinamica dei fatti. La Procura ha già aperto un’inchiesta per stabilire i motivi che hanno portato al suo decesso anche se, stando ai primi esami, sembrerebbe che sia morta per asfissia.

Una giornata che doveva essere di divertimento e che, invece, si è trasformata in tragedia. Prima lo shopping, poi la voglia di un panino. La bimba si sente male e così scatta la corsa all’ospedale Sant’Andrea. Infine il trasferimento al Gemelli dove i medici si accorgono fin da subito che non c’era più niente da fare.

Si tratta del quarto bambino che – a Roma e provincia – dal 2014 muore soffocato mentre mangia un panino o un würstel.