Il pirata della strada che ha investito un bimbo a Brescia e non ha prestato soccorso è una ragazza di 22 anni che è stata fermata dalla Polizia. Gli agenti hanno identificato grazie ai video delle telecamere installate nella zona. La giovane è accusata di lesioni stradali gravi e omesso soccorso nell’incidente avvenuto a Coccaglio (in provincia di Brescia) dove ha investito sulle strisce pedonali e una madre e figlio di 2 anni.

A chiamare i soccorsi dopo l’incidente, avvenuto intorno alle 8:30 del mattino, erano stati alcuni passanti che per primi hanno aiutato la donna, rimasta illesa, e il suo bimbo.

Il bimbo, che si trovava nel passeggino ed era stato sbalzato a cinque metri di distanza in seguito all’impatto, ha riportato un forte trauma cranico ed è ricoverato all’ospedale di Bergamo. Il piccolo, secondo indiscrezioni che trapelano da nosocomio, è in coma e le sue condizioni restano gravissime.

La giovane donna è residente a Erbusco e dopo il fermo le sono stati imposti gli arresti domiciliari. La svolta è arrivata nel corso della notte, dopo che il pm Ambrogio Cassiani ha sentito la ragazza.