Dopo aver lanciato la sua crema spalmabile, Barilla porterà un altro duro attacco a Ferrero da metà gennaio con i Biscocrema, il biscotto a base di crema Pan di Stelle. Li abbiamo provati in anteprima all’evento di lancio tenutosi poche ore fa a Milano.

Già dal profumo si può riconoscere la caratteristica frolla al cacao ed il ripieno di crema Pan di Stelle, il tutto poi è coperto da un medaglione di cioccolato con al centro l’ormai iconica stella fatta di cioccolato bianco.

L’idea del biscotto,che sarà sugli scaffali ad un prezzo consigliato di 2,99€, nasce dal reparto di ricerca e sviluppo di Pan di Stelle che già da tempo stava sviluppando questo frollino e ha ormai alle spalle prodotti come la torta Pan di Stelle e i mooncake.

Biscocrema sarà venduto in sei monoporzioni composte da due biscotti l’una per garantire un apporto calorico totale di 139 kcal. Le calorie sono ridotte anche grazie al non utilizzo di olio di palma (già dal 2016) sostituendolo con olio di girasole, una scelta che permette anche una minor presenza di grassi saturi.

La selezione degli ingredienti da parte dell’azienda, sia per questi biscotti che per gli altri prodotti del marchio, è basata sulla sostenibilità e italianità: dalla farina, che da giugno 2020 sarà ottenuta al 100% da queste filiere, all’olio di girasole passando poi per le nocciole che già oggi sono al 100% italiane.

Un’altra filiera su cui Barilla sta ponendo attenzione con Pan di Stelle è quella del cacao che è stata avviata già dal 2015 in Costa d’Avorio dove oltre che la produzione, è iniziato un programma di sostegno alle comunità locali attraverso la costruzione di pozzi e scuole grazie anche all’aiuto della cooperativa Cocoahorizons.org.

Insieme ai Biscocrema, Pan di Stelle porterà sugli scaffali, a metà gennaio, anche una nuova confezione di Crema Pan di Stelle in formato famiglia (480g) rispetto ai classici 330g.

articolo di Matteo Virelli