Donald Trump in visita nel Regno Unito incontra la premier dimissionaria May e annuncia  di essere pronto per un accordo commerciale post Brexit. L’annuncio arriva prima dell’incontro con il primo ministro inglese all’interno di una tavola rotonda con i principali protagonisti dell’economia del Regno Unito. Il Presidente degli Stati Uniti torna a sostenere la scelta dell’Inghilterra di uscire dalla sfera dell’Unione Europea, sostenendo che quest’accordo fenomenale “è qualcosa che voglio fare e che la mia gente vuole fare”. 

Ha invitato la May, scherzosamente, a “non mollare” quasi da volerla tentare a ritirare le proprie dimissione da Downing Street. Molti i temi scottanti di cui ha parlato Trump come la Brexit, l’Iran, il caso Huawei-5G.

L’arrivo di Trump a Londra ha portato anche una serie di proteste in piazza, i manifestanti si sono riuniti in Parliament Square di fronte a Westminster, dove già ha preso quota il pupazzo gonfiabile creato in occasione di una precedente missione di lavoro del presidente, un anno fa, come strumento per irriderlo nei panni di un lattante capriccioso.

Jeremy Corbyn “voleva incontrarmi, ma ho deciso di declinare” ha detto il presidente Usa definendo il leader laburista una “forza negativa” al pari del sindaco di Londra Sadiq Khan, che intanto ha risposto via social definendo Trump il volto dell’ultradestra mondiale.