Un uomo di Brindisi è stato fermato con l’accusa di violenza sessuale contro le 3 nipotine: le molestie sarebbero iniziate sulla più grande nel 2009. L’uomo, nonno delle tre bambine, sarebbe stato fermato dai Carabinieri su richiesta della Procura con l’accusa infamante di violenza sessuale sui minori.  Le indagini, scattate grazie alla segnalazione delle maestre, infatti hanno rivelato ripetuti abusi sessuali sulle tre nipotine, una di nemmeno 14 anni e le altre due minori di 10 anni.

Gli episodi di violenza, cominciati nel 2009 con la maggiore delle tre nipoti, si sono susseguiti sino all’aprile del 2019 e hanno avuto luogo quando le tre bambine venivano anche temporaneamente affidate alla vigilanza dei nonni. Negli ultimi anni, diventate più grandi, se dormivano nella casa dei nonni pare fossero solite chiudersi in camera a chiave per evitare le molestie.

Le indagini hanno rivelato che i presunti episodi sono avvenuti con atti subdoli e repentini, compiuti improvvisamente allo scopo di sorprendere le minori e quando non vi erano altre persone presenti. Le presunte violenze subite dalle minori sono stati da queste descritte con drammatica lucidità, sono proseguite nel corso degli anni e sono incompatibili con semplici manifestazioni di affetto di un nonno nei confronti delle nipoti che ha dimostrato l’incapacità dell’indagato di contenere gli impulsi sessuali.

L’uomo si trova agli arresti domiciliari e ha l’obbligo dell’isolamento.