Un evento tra i più spettacolari mai visti si è svolto a Shanghai per festeggiare l’inaugurazione della nuova boutique Burberry Kerry Centre, portando tutta la creatività, lo spirito e la tradizione del brand britannico al centro della metropoli cinese

Come location dell’evento è stato scelto un cantiere navale che si affaccia su Huangpu River, a Pudong, uno dei quarteri più nuovi e futuristici di Shanghai. La sede è stata costruita apposta in occasione di questo evento, arricchita da elementi realizzati a mano ispirato allo store del brand di 121 Regent Street, a suo tempo sede di uno dei primi cinema londinesi.

Lo spazio, che appunto prende spunto dall’epoca d’oro del cinema, si è trasformato in teatro di un viaggio attraverso la tradizione,  la moda, l’essere British e la storia dello stesso brand, raccontata attraverso una serie di scene musicali che hanno mostrato una Burberry family composta non solo da modelli, ma anche da musicisti e ballerini e, grazie a loro, diventa quasi impalpabile, grazie all’uso della tecnologia digitale, la distanza fisica tra la capitale britannica e Shanghai.

Mentre gli ospiti arrivavano nella location è stato mostrato un cortometraggio sulla storia del trench iconico Burberry, trasformando lo spazio in una magica Regent Street unita con l’iconico profilo della metropoli cinese. Lo schermo si è poi sollevato, assieme al sipario, per lasciare la scena alla performance dal vivo di George Ezra e dei ballerini con indosso i tipici trench e capi sartoriali del brand britannico hanno seguito la musica con danze e coreografie speciali.

Una tempesta ha poi dato inizio al rumore della pioggia, per cui il DJ inglese Gary Powell ha introdotto una melodia romantica di un valzer degli ombrelli, seguita da lampi e tuoni. Dopodiché il cantautore Ed Harcourt ha eseguito dal vivo “You Can’t Stop The Rain”, pezzo scritto apposta in occasione dell’evento.

L’accensione di finestre magiche hanno rivelato poi una sequenza simile ad un sogno, mostrando delle silhouette mentre si applicano del make up, volta a celebrare la Burberry Beauty, seguita poi da una performance live dello stesso cantautore per introdurre le “Bloomsbury Girls“, immancabili ovviamente Cara Delevingne, Suki Waterhouse e Qin Shu Pei.

Dei dipinti a mano sono andati poi a ricoprire lo spazio della location durante l’esibizione dal vivo di Paloma Faith con la bellissima “Only Love Can Hurt Like This”. A chiudere il magico viaggio, un finale mozzafiato con la modella Cara Delevingne che è volata sopra le teste del pubblico.

“Siamo orgogliosi e onorati di essere a Shanghai. Questo è un momento molto importante per Burberry. Questo evento è una celebrazione di tutto ciò che è Inglese, del nostro credo nella creatività e nell’innovazione, della nostra tradizione più autentica. E molti di questi valori sono condivisi con questa incredibile città. Shanghai è un posto con un’energia e uno spirito così forti in grado di ispirarci profondamente. L’esperienza di questo evento è stata magica: un viaggio attraverso le realtà di Burberry, dove il mondo digitale si fonde a quello fisico unendo moda, danza, musica, artigianalità e arte. E collega i nostri mondi, da Londra a Shanghai” dice Christopher Bailey, Burberry Chief Creative Officer.

All’evento hanno partecipato più di 1500 ospiti tra cui l’attore Jamie Campbell Bower e Angelababy, ma anche molti volti noti nel mondo dello spettacolo cinese tra cui Chen Kun, Zhao Wei, la scrittrice Chen Ran e la modella Du Juan. Gli spettatori di tutto il monto, però, sono riusciti a seguire tutto il viaggio da Londra a Shanghai sui vari social network tra cui Sina Weibo, Facebook, Twitter, Instagram, Vine, Google+ e WeChat.

Questo grande evento ha dato inizio ad un programma pluriennale di un’attività volta ad investire nella città di Shanghai come nella sua regione. Solo in un anno, Burberry ha aperto quattro negozi monomarca, culminato con quest’ultimo, il Burberry Kerry Centre.