Sembra una storia surreale e, invece, è accaduta davvero in Sicilia, a Trapani, dove un cane si è rifiutato di farsi il bagno. Il padrone, di tutta risposta, gli ha legato una pietra al collo e lo ha gettato in acqua. Una scena raccapricciante che non è passata inosservata: i bagnanti, infatti, hanno immediatamente chiamato la polizia che è intervenuta per porre fine al maltrattamento. Il cucciolo, intanto, è riuscito a liberarsi dal collare al quale era legata la pietra ed è tornato in riva. Ora sta bene mentre il proprietario – accusato di maltrattamento di animali – è stato denunciato dagli agenti di Polizia intervenuti in loco, dopo essere stati allertati dai bagnanti.

Grazie al microchip, gli agenti hanno scoperto che il cagnolino non è altro che una femmina che si chiama Mia: adesso è sottoposta a sequestro penale. L’importante, però, è che si sia salvata e che sta bene: non ci state gravi conseguenze (nonostante la pietra al collo messa dal suo proprietario). Il gesto ovviamente ha indignato gli animalisti di tutta Italia al punto che l’associazione Nucleo Operativo Italiano Tutela Animali ha raccontato la vicenda su Facebook scrivendo:

Questo ‘signore’ lo denunciamo e lo portiamo in Tribunale. Ve lo promettiamo.