Nuova sentenza del tribunale del riesame di Genova che emana lo stop sequestri se Thc non supera lo 0,5% per la commercializzazione della cannabis light. Il giudice del tribunale di Genova infatti ha sentenziato che la cannabis non può essere sequestrata “preventivamente” se non viene provato che il livello di Thc supera lo 0,5%.

Questa di Genova è la prima sentenza sul tema della Cannabis light dopo che si era sollevata la questione di vietare la vendita di derivati della cannabis con “efficacia drogante”. La sentenza è infatti la risposta a un sequestro di infiorescenze, flaconcini di oli, confezioni di tisane e foglie a base di canapa sativa in un negozio di Rapallo: per i giudici genovesi i prodotti non potevano essere sequestrati e hanno deciso la restituzione della merce.

Per i giudici, manca una norma che stabilisca quale sia la percentuale di principio attivo che rende un prodotto psicotropa. La Cassazione ha stabilito che possono essere venduti prodotti contenenti cannabis ma privi di capacità drogante. Una circolare fissa il limite di Thc all’0,5%. Nel dubbio, il pm non può sequestrare la merce ma prelevare campioni da analizzare. La sentenza potrebbe creare un precedente per altri casi simili a quello avvenuto presso il canapa store di Rapallo.